Piano editoriale: tutto quello che devi sapere per crearlo

Se hai mai letto di strategie Instagram (e non solo) ti sarà sicuramente capitato di sentire nominare il piano editoriale. La sua presenza è imprescindibile per la gestione di qualsiasi progetto editoriale, dal blog alle pagine social, fino ai canali YouTube.

Organizzare un piano editoriale può all’inizio apparire come un lavoraccio, ma ti posso assicurare che si tratta di tempo ben speso e che, non solo ti tornerà indietro nel lungo termine, ma porterà la tua pagina Instagram a crescere davvero.

Qualsiasi sia la forma che adotterai per il tuo piano editoriale, una moodboard o un foglio Excel, sarà necessario che segua le indicazioni che elencherò di seguito e rispecchi fedelmente le esigenze del marchio o del personal brand del profilo.

Vediamo subito in cosa consiste il piano editoriale, perché ce n’è bisogno e come crearne uno per la tua pagina Instagram.

Che cos’è il piano editoriale

Il piano editoriale (a volte abbreviato come PED) può essere considerato come il vero punto di partenza per ogni pagina Instagram (e non solo) perché analizza nello specifico la missione che vogliamo raggiungere con il nostro lavoro e verso chi è indirizzato. 

Il piano editoriale infatti comprende:

  • Gli obiettivi, ovvero cosa vogliamo ottenere con la pubblicazione di ogni contenuto (ad esempio più condivisioni, vendite, iscrizioni alla newsletter)
  • Il target di riferimento per la pagina, da definire per alcune caratteristiche come l’età, l’area geografica e gli interessi.
  • L’argomento generale ed il settore di cui fa parte la pagina (Ad esempio, una pagina sul pilates può essere inclusa nell’ambito del benessere e includere, oltre ai post sugli esercizi, dei contenuti che trattano di meditazione o di dieta, poiché si sposano bene con l’argomento principale) 
  • Una panoramica dei tempi di pubblicazione con la frequenza entro cui vengono pubblicati i post.

Il piano editoriale, quindi, è una sorta di guida o di mappa generale che seguirai per sviluppare la tua pagina.

Piano editoriale VS calendario editoriale

Dal momento che sia il calendario editoriale che il piano ci aiutano ad organizzare e programmare i contenuti, il calendario editoriale viene spesso confuso con il piano, e viceversa.

A differenza del piano editoriale, il calendario editoriale di solito include queste informazioni:

  • La data e, ancora meglio, l’ora in cui il post verrà pubblicato
  • I canali (social e non) su cui verrà pubblicato il post
  • La caption e gli altri elementi del post come foto, video e hashtag
  • Eventuali link e tag da includere
  • Il tipo di post (storia, reel, carosello ecc…)
  • Un’anteprima visiva del feed tramite app come @preview.app, o tool come Later.com o Hootsuite 

Il calendario editoriale, quindi, ti fornirà una tabella dettagliata di tutti i contenuti che verranno pubblicati sulla pagina in un determinato periodo.

A cosa serve il piano editoriale

Bene, ora sappiamo cos’è un piano editoriale Instagram, ma perché è così importante usarlo?

    1. Risparmiare tempo

Anche se mentre lo pianifichi non ti sembrerà così, il motivo principale per cui bisogna creare un piano editoriale è quello di pianificare in anticipo i contenuti per non perdere tempo cercando di raffazzonare idee, magari scadenti, all’ultimo minuto.

In questo modo non verrai distratto dall’urgenza di pubblicare qualcosa giusto per non lasciare vuoto il profilo e potrai concentrarti meglio sulla creazione di contenuti di valore per il tuo target.

     2. Postare contenuti con costanza

Come vedremo in seguito, per fissare un piano editoriale abbiamo bisogno di un obiettivo da raggiungere. Per ora però posso dire che, a prescindere dallo scopo a cui tende la tua pagina IG, è sempre consigliato di pubblicare contenuti con costanza.

Per creare una community e ottenere un maggiore engagement infatti, è fondamentale apparire spesso nel feed del tuo pubblico. Ad un suo maggiore coinvolgimento corrisponderà un aumento della possibilità che l’algoritmo della piattaforma ti premi mostrando i tuoi post anche a nuovi utenti, che si potranno così trasformare in nuovi follower. In questo articolo, spiego come il piano editoriale sia non a caso uno dei fattori che determinano la crescita di una pagina.

Avendo a disposizione un piano editoriale già pronto, le pubblicazioni avverranno in modo continuo, anche nei giorni in cui ti senti meno ispirato a creare nuovi contenuti.

     3. Escogitare nuove strategie di crescita per la tua pagina

Più la tua pagina Instagram andrà avanti con nuovi post e follower, più avrai bisogno di variare il tipo di contenuti e strategie da adottare. Avere un piano editoriale ti consente di pensare in grande e considerare anche, ad esempio:

     4. Organizzare contenuti migliori in base agli eventi di attualità

Come anticipato, avendo grazie al piano più tempo per creare contenuti, la qualità di ciò che pubblichi aumenterà. Oltre questo, organizzare un calendario ti permetterà anche di tenere traccia e adattarli non solo in base ai giorni di festa, ma anche a seconda di ciò che è rilevante in quel momento: eventi di attualità o costume.

Se in un preciso momento si parla molto di qualcosa, è sempre bene cercare di incastrare quell’argomento all’interno della tua pagina. In questo modo avrai più chance di essere trovato anche da chi non ti segue già.    

      5. Analizzare i risultati per migliorare i contenuti

Il piano editoriale è un continuo work in progress, non un punto di arrivo. Tutto ciò che viene programmato, infatti, potrà e dovrà anche essere modificato in corso d’opera grazie alle analisi che farai dei risultati sui post. 

Misurando le reazioni del pubblico ai vari contenuti e ai momenti in cui li posti avrai modo di migliorare ciò che pubblichi per massimizzare i risultati futuri. Come? 

  1. Facendo, ad esempio, dei test A/B e annotando quale dei due post proposti performa meglio 
  2. Postando in giorni o orari diversi per stabilire quando il tuo target di riferimento è più reattivo
  3. Riconoscendo gli argomenti ed i formati che hanno più successo tra i tuoi follower per riproporli o approfondirli.

L’importanza di avere un obiettivo

Mettiamo un attimo da parte le caratteristiche del piano editoriale e focalizziamoci su un punto che dovrebbe essere presente dal primo momento in cui si crea una pagina Instagram  (o qualsiasi altro progetto) per fare business.

Prima ancora di stabilire un piano editoriale devi chiederti quale sia l’obiettivo della pagina e a chi vuoi arrivare. Solo in questo modo puoi valutare come muoverti e se le azioni che stai intraprendendo stanno portando ai risultati che vuoi ottenere.

Per questo, se conosci i tuoi obiettivi puoi:

  • sapere quali sono i tempi che ti occorrono per creare ogni contenuto e regolarti di conseguenza
  • se c’è un modo più semplice/veloce per far raggiungere alla pagina gli obiettivi che ti prefissi
  • se le azioni che stai compiendo per il profilo ti stanno avvicinando al tuo obiettivo o vanno modificate.

L’obiettivo è ciò su cui si basa il piano editoriale della tua pagina e può essere, ad esempio, quello di ottenere nuovi follower da trasformare in clienti, far conoscere il tuo brand nel tuo ambito di interesse o usare il profilo come vetrina per i tuoi prodotti.

In conclusione, per conoscere qual è l’obiettivo a cui aspirare chiediti cosa vuoi dalla tua pagina Instagram, per chi e perché condividi contenuti.

Come creare il piano editoriale

Abbiamo finora gettato le basi su cosa contiene un piano editoriale e perché crearne uno ci consente di far crescere organicamente la pagina IG. 

Ecco allora 5 passaggi per aiutarti praticamente a creare un piano editoriale. 

1. Cerca ispirazione su Pinterest (qui il mio profilo) per come realizzare il tuo feed. Basta inserire nella barra di ricerca “Instagram feed ideas” e prendere appunti su cosa ti piace e perché. Che si tratti dei colori, dei soggetti nella foto nel modo in cui  le foto appaiono una accanto all’altra, cerca quale può essere la linea guida che condurrà l’estetica generale del tuo feed.  L’aspetto dei post all’interno del feed del tuo profilo Instagram dovrebbe essere il più possibile omogeneo e coerente, in modo da essere facilmente riconoscibile per chiunque scrolli i tuoi contenuti nel proprio feed. Puoi approfondire come creare un feed armonico e la sua importanza in questo articolo

2. Restando su Pinterest, crea una moodboard, ovvero una raccolta di foto che pensi di poter replicare sulla tua pagina. La moodboard ti servirà ad identificare meglio lo stile e i temi che vuoi vedere rappresentati all’interno della tua pagina. Grazie ad essa avrai un punto di riferimento da cui prendere spunto quando scatterai le foto per il profilo.

3. Puoi scoprire come preparare uno shooting per Instagram nel mio articolo, sia a casa che fuori, e dopo abbellire le foto usando Adobe Lightroom (e vedere come fare con i tutorial su Youtube). Non occorre essere esperti di fotografia né conoscere chissà quali trucchi per ottenere degli ottimi risultati: lascia andare la tua creatività!

4. Organizza una lista prima mentalmente e poi, assolutamente, scritta SU CARTA con tutte le tematiche che vuoi affrontare sul profilo.

5. Pianifica visivamente il feed con delle app come la già citata Preview e applicando un preset per avere una visuale d’insieme su come apparirà il feed una volta che scattate tutte le foto necessarie.

Ora che sai tutto sul piano editoriale sei pronto a prendere in mano il tuo profilo ed organizzarlo da professionista!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Una Newsletter davvero Amazing!

Vuoi leggere tutte le settimane delle newsletter davvero amazing, piene di consigli per crescere, vendere e ottenere interazioni su Instagram?
Non perdere altro tempo e iscriviti subito per ricevere le prossime!

Chi è Grace?

Sono una Instagram e Community Specialist che ha reso la propria passione un business di successo. Aiuto creator, professionisti ed artigiani a fare lo stesso utilizzando Instagram con strategia.

Gli articoli che non puoi perderti

spunta blu instagram

Come avere la spunta blu su Instagram

Meta ha dato la possibilità a chiunque di ottenere la spunta blu su Instagram, ma a pagamento. Infatti per avere...

Leggi tutto l'articolo >
5-motivi-per-i-quali-perdi-follower-su-Instagram

5 motivi per i quali perdi follower su Instagram

A più riprese ho parlato di cosa fare per crescere su Instagram, ma c’è anche l’altra faccia della medaglia da...

Leggi tutto l'articolo >
Insight-di-Instagram-come-analizzarli

Insight di Instagram: come analizzarli

Se si vuole capire se una pagina di Instagram (o qualsiasi altro tipo di progetto) stia crescendo o ha bisogno di...

Leggi tutto l'articolo >

Vorresti realizzare insieme contenuti per il blog?

Newsletter

Newsletter