Come rendere il tuo profilo Instagram più sicuro

Si sente spesso parlare di sicurezza su internet e di furto di dati personali e, ovviamente, anche Instagram non si esime da questi rischi.

I social media in generale, infatti, essendo quotidianamente usati da miliardi di persone, rappresentano una fonte inesauribile di informazioni da cui attingere per gli hacker, dalle password alle foto personali.

Sottovalutare un possibile attacco al nostro profilo Instagram ci renderebbe vulnerabili e vittime di furti di account, oltre che di dati sensibili, tra cui quelli bancari. 

È allora di fondamentale importanza capire quali strategie mettere in atto per proteggersi da queste intrusioni e modificare subito eventuali lacune di cui soffre la propria pagina prima che sia troppo tardi.

Perché è importante proteggere il tuo account Instagram 

Il phishing è il metodo principale con il quale i cybercriminali formulano le truffe sul web e consiste nel tentativo di rubare dati degli account tramite messaggi ingannevoli volti ad estorcergli alla vittima.

Le truffe su Instagram avvengono spesso ad opera di malintenzionati che, grazie alla creazione di profili falsi e messaggi privati ben costruiti, si fingono brand rinomati per ottenere l’attenzione, e preziose informazioni, degli utenti.

Si può di solito trattare di comunicazioni di vincite o false proposte di collaborazioni alle quali, per rispondere o accettare, è necessario fornire la propria password o magari inviare dei soldi. 

Col tempo però i messaggi elaborati dagli hacker sono diventati sempre più difficili da decifrare come sospetti, in quanto privi di errori e curati in ogni dettaglio, motivo per cui uno dei maggiori problemi è, quindi, provare a riconoscere i tentativi di frode quanto prima possibile. 

Un primo modo per proteggere il proprio profilo IG è quello di mantenersi al corrente sui tipi di raggiri diffusi su Instagram e di ignorare offerte di regali e richieste particolari di denaro o dati di accesso.

A rischio ci sono le immagini e le informazioni personali che possono essere utilizzate illecitamente, le coordinate bancarie e la possibilità che l’account Instagram venga disabilitato in maniera permanente. 

Come possono rubarti l’account

Non esistono soltanto i tipi di messaggi di cui già ti ho parlato che sottintendono soldi o premi, purtroppo. Ecco altri due esempi.

A volte il pericolo si nasconde nella magica apparizione sulla pagina di 3000 follower falsi nel giro di un paio di ore, “gentilmente” recapitati da un competitor geloso del tuo successo. Sai già che Instagram potrebbe notare la presenza improvvisa di nuovi follower e che, ad ogni modo, i Bot non portano nessun tipo di interazione, perciò si tratta chiaramente di un modo per danneggiare il tuo profilo (ne approfitto per ricordarti anche che l’utilizzo di BOT da parte nostra, invece, può inoltre accrescere la possibilità di uno shadowban di Instagram che può togliere temporaneamente alla pagina visualizzazioni ed interazioni).

Non serve neanche tanto per farlo: chiunque può comprare ed inviare dei follower fake, basta conoscere il nickname della pagina da screditare. Per aggiungere la beffa al danno poi non è quasi mai possibile risalire all’autore dell’affronto tramite l’assistenza di Instagram.

  1. Se ti trovi in questa situazione, puoi difenderti rendendo il profilo privato che, anche se non sarà d’aiuto per la crescita organica, ti darà modo di controllare e arginare i follower falsi in arrivo lasciandoli in attesa della tua accettazione del follow.
  2. La seconda opzione che puoi tentare riguarda il cambio, anche minimo, del nickname. Questa strategia non garantisce però il superamento del problema perché gli hacker potrebbero trovarti anche tramite ID dell’account che non c’è modo di cambiare, invece che per nickname.

Oltre ai fake follower, fai attenzione se ti arriva una mail in cui si segnala l’infringement di copyright di un tuo post. In questo messaggio viene poi indicato che se non si procede alla richiesta di appello, l’account IG verrà rimosso. A me è successo, e sembrava anche molto credibile, finché non ho fatto caso al fatto che avessero usato l’indirizzo email che ho lasciato sul profilo invece di quello con cui ho registrato l’account. Non è strano che Instagram mi contatti così? Appunto, quindi, non farti abbindolare dalla cura e precisione di queste comunicazioni solo perché non presentano refusi o costruzioni sgrammaticate: alcuni truffatori sanno essere molto bravi.

Perciò, se avessi cliccato su “Make an appeal” avrei iniziato ad inserire i dati (compresa la password), permettendo loro a tutti gli effetti di rubare il mio account Instagram. Quindi, non cliccare nulla se non sei sicuro al 100% di ciò che leggi. 

Come rendere sicuro il tuo account

Nel caso della mail che ho ricevuto e che si è poi rivelata uno scam citata nel precedente paragrafo, il punto rivelatore ha riguardato l’indirizzo di posta elettronica a cui sono stata contattata. Per questo motivo, il primo consiglio che sento di darti è proprio di:

  • utilizzare due indirizzi email diversi: uno per registrare il profilo su Instagram e l’altro per essere contattati da lì.

Inoltre, puoi controllare se è stato davvero Instagram a inviarti un messaggio accedendo alla sezione “Sicurezza” e su “Email da Instagram”: se non appare nulla significa che non ti hanno contattato. Puoi comunque segnalare ogni email sospetta che ricevi a phish@Instagram.com.

Quali altri metodi puoi usare per proteggere il tuo account? Eccoli di seguito.

  • Ignora tutti i messaggi in DM che si spacciano per Instagram: come comunica la stessa piattaforma, IG non ti scriverà mai lì.
  • Come anticipato, è bene non fornire mai password e dati di accesso, neanche alle app di terzi per servizi esterni, come quelle per conoscere chi ha smesso di seguirti.
  • Utilizza una password sicura che presenti almeno sei numeri, delle lettere e dei segni di punteggiatura, e che sia valida solo per accedere ad Instagram e a niente altro. È poi buona norma cambiarla periodicamente per evitare furti.
  • Aumenta il grado di sicurezza dell’account attivando l’autenticazione a due fattori, ovvero la necessità di inserire un codice per ogni accesso da dispositivo non riconosciuto. Questa funzione ti informa su quale device ha cercato di accedere e dove si trova, prima di farti approvare o negare la richiesta dai dispositivi già loggati. Dalla sezione “Impostazioni”, “Sicurezza”, “Attività di accesso” è possibile visualizzare una lista dei dispositivi che hanno recentemente effettuato l’accesso al tuo account Instagram. A quel punto puoi procedere a segnalare ad Instagram le connessioni che non riconosci e disconnetterti da quella posizione o dispositivo.

Ultimi aggiornamenti da Instagram in merito alla sicurezza dell’account

Instagram nel corso degli anni ha sempre cercato di implementare la sicurezza dei suoi utenti analizzando i comportamenti fraudolenti che ha individuato o dei quali ha ricevuto segnalazioni. Ed è la stessa piattaforma la prima ad entrare in azione contro  gli accessi sospetti bloccando la pagina in via precauzionale per evitare una fuga di dati personali.

Tra luglio e agosto di quest’anno Instagram ha comunque introdotto una serie di nuove funzionalità per proteggere tutti i profili dagli attacchi dei truffatori.

Il Security Checkup, ad esempio, serve a guidare le potenziali vittime di frodi attraverso i passaggi necessari per implementare la sicurezza dei loro profili. Questa funzione comprende il controllo delle attività di login, una revisione delle informazioni del profilo, la conferma degli account che condividono le informazioni di accesso ed un sempre utile aggiornamento delle informazioni di contatto per il recupero dell’account.

Inoltre, Instagram ha comunicato di aver significativamente aggiornato l’assistenza della Support Inbox, per seguire lo stato di ogni segnalazione effettuata o essere notificati se eventuali post che violano le policy IG, oltre che fornire informazioni su come fare appello in caso di necessità. 

Per proteggere le persone da DM e commenti indesiderati e offensivi, il social media ha poi introdotto le funzioni Parole Nascoste e Limiti, che filtrano parole, frasi ed emoji aggressive e le spostano in un’apposita cartella. Limiti poi nasconde automaticamente i commenti e le richieste DM di potenziali spam, oltre che di chi non ti segue o lo fa solo da poco.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Una Newsletter davvero Amazing!

Vuoi leggere tutte le settimane delle newsletter davvero amazing, piene di consigli per crescere, vendere e ottenere interazioni su Instagram?
Non perdere altro tempo e iscriviti subito per ricevere le prossime!

Chi è Grace?

Sono una Instagram e Community Specialist che ha reso la propria passione un business di successo. Aiuto creator, professionisti ed artigiani a fare lo stesso utilizzando Instagram con strategia.

Gli articoli che non puoi perderti

spunta blu instagram

Come avere la spunta blu su Instagram

Meta ha dato la possibilità a chiunque di ottenere la spunta blu su Instagram, ma a pagamento. Infatti per avere...

Leggi tutto l'articolo >
5-motivi-per-i-quali-perdi-follower-su-Instagram

5 motivi per i quali perdi follower su Instagram

A più riprese ho parlato di cosa fare per crescere su Instagram, ma c’è anche l’altra faccia della medaglia da...

Leggi tutto l'articolo >
Insight-di-Instagram-come-analizzarli

Insight di Instagram: come analizzarli

Se si vuole capire se una pagina di Instagram (o qualsiasi altro tipo di progetto) stia crescendo o ha bisogno di...

Leggi tutto l'articolo >

Vorresti realizzare insieme contenuti per il blog?

Newsletter

Newsletter